News / Il ponte di Ferragosto al Museo Montagna

10 Agosto 2017

Lunedì 14 agosto, in occasione del ponte di Ferragosto, il Museo Nazionale della Montagna, in via del tutto eccezionale, resterà aperto con il consueto orario dalle h 10 alle h 18, alle tariffe abituali. 

Domenica 13, lunedì 14 e martedì 15 agosto saranno una piacevole occasione, per i torinesi rimasti a casa e per i turisti di passaggio a Torino, per vivere e scoprire la montagna restando in città.  

La gita al Monte dei Cappuccini sarà per tutti ricca di sorprese: ogni visitatore in questi tre giorni riceverà in omaggio un volume selezionato dalla serie Cahier Museomontagna con il quale approfondire alcuni temi legati alla montagna; potrà visitare le collezioni permanenti, le mostre in programmazione e godersi lo straordinario panorama sulla città e sulle Alpi dalla terrazza del Museo.

Anche questa estate il Museo propone ai visitatori un'offerta di esposizioni temporanee:

ETICHETTE DELLE MONTAGNE
Immagini di commercio

fino al 3 dicembre 2017

Quel foglietto, apparentemente insignificante, appiccicato su qualsiasi prodotto commerciale è in realtà capace di parlare, di raccontare storie e di trascinare l'osservatore in uno straordinario viaggio immaginario. Una selezione dai circa 3000 pezzi della collezione appartenente al Museomontagna, scandisce un percorso ideale che si snoda in oltre 150 anni, dalla seconda metà dell’Ottocento fino ai nostri giorni, tra prodotti commerciali di diverse epoche e Paesi. 

Montagne, alpinismo, sci, esplorazioni e regioni polari spiccano sulle etichette e accompagnano il visitatore attraverso un percorso, segnato dall'evoluzione grafica e tecnica, che racconta storie piccole  e quotidiane, ma anche grandi avventure come le corse ai Poli, all’oro del Klondike, al Far West, la salita al K2 e altre celebri scalate.

E ancora:

BOSCHI DI PIETRA
Donato Savin

fino al 10 settembre 2017

Dalle sale del Museomontagna sbucano figure fantastiche, lunghe e sottili come alberi di boschi di pietra, tutt'intorno gipeti, cervi, cavalli, conigli e pecore. 

Sono le creature di Donato Savin, raffinato scultore e grande conoscitore dell'ambiente alpino, guardia forestale per professione e artista per passione. La realtà dura e presente della materia montana, la pietra grezza, il legno e i licheni nelle sue mani sapienti si trasformano in poesia e fiaba e rimandano a un mondo altro dove la figura perde consistenza, si astrae e diventa immaginazione. 

La montagna sbarca allora in città, come in quel gioco dell'infanzia, con un bastimento carico di… Greggi, Cervi, Perdrix, Bouquetin, Galli forcelli, Steli...


MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA

Piazzale Monte dei Cappuccini 7, 10131 Torino

Tel. 0116.604.104 / stampa.pr@museomontagna.org

www.museomontagna.org