Scuola di Alpinismo Gian Piero Motti

Direzione e Segreteria: Via Barbaroux 1, Torino
Sede sociale: Centro Incontri Monte dei Cappuccini, Salita al CAI Torino 12
Ritrovo: il Giovedì ore 21:00 / 23:00
Contatti: 011 546031 | info@scuolamotti.it
Website: www.scuolamotti.it
Direttore: Davide Dematteis

La Scuola di Alpinismo "Gian Piero Motti" nasce da un'esperienza ventennale di corsi organizzati da un gruppo "storico" di amici nell'ambito della sottosezione di Settimo Torinese. Questo gruppo, infoltito negli anni dall'arrivo di nuove e più giovani energie, forma l'organico istruttori della nuova scuola che conta oggi sull'apporto di una ventina di elementi, tra Guide Alpine, Istruttori Nazionali, Istruttori Regionali e Sezionali.

La scuola organizza corsi di roccia, ghiaccio, alpinismo. L'attività inizia ogni anno a partire dal mese di maggio con il corso di alpinismo e termina nel mese di luglio dell'anno successivo con il corso di alpinismo avanzato.

Nei nostri corsi si insegnano in modo graduale le nozioni fondamentali di progressione in sicurezza.

  • Non puntiamo quindi a trasformare i nostri allievi in alpinisti estremi o free climbers dell'8C!
  • Non vogliamo neppure portarli a fare "belle gite in montagna"; ci sono già le apposite attività del CAI o le Guide Alpine...
  • Noi (proviamo) ad insegnare (in modo a volte pedante) le tecniche, le manovre e i corretti accorgimenti per muoversi poi da soli sui terreni alpinistici e di arrampicata.
  • Trasmettiamo anche (se ci riusciamo) la nostra passione per questo sport che si svolge in ambienti bellissimi e (tutto sommato) poco contaminati.

La nostra scuola è intitolata a Gian Piero Motti, unanimemente riconosciuto come uno degli innovatori dell'alpinismo subalpino. La sua attività, a cavallo tra gli anni '60 e '70 rappresenta un momento di rottura nei confronti di un alpinismo di stampo classico i cui valori e le cui finalità non "possono essere messi in discussione". Attorno alla sua figura nasce una corrente alpinistica detta il "Nuovo Mattino" che si ispira ai modelli californiani e rifugge da codici prefissati, gerarchie e steccati.