News / Il Museomontagna cerca quattro artisti per una mostra sul valore degli archivi fotografici

26 Luglio 2019


Il Museo Nazionale della Montagna - CAI Torino, nell’ambito del progetto iAlp “Musei Alpini Interattivi”, procederà all’organizzazione di una mostra multimediale avente come tema la fotografia di montagna

A tale fine, il Museo lancia il bando per la selezione di 3 / max 4 artisti da invitare a ideare un progetto espositivo inedito da includere all’interno di una mostra collettiva che, attraverso lo sguardo contemporaneo, valorizzi il ruolo degli archivi fotografici nella produzione di nuova conoscenza.

Scarica il bando in italiano >

Scarica il bando in inglese >


Il Museo Nazionale della Montagna di Torino – CAI Torino, procederà all’organizzazione di una mostra multimediale avente come tematica la fotografia di montagna. L’esposizione sarà realizzata sotto la responsabilità scientifica e organizzativa del Museo, curata da Veronica Lisino, conservatore della Fototeca del Museo, e da Giangavino Pazzola, curatore esterno.

A partire proprio dallo studio e dalla valorizzazione delle raccolte e dei fondi storici conservati dall’istituzione torinese, infatti, la mostra indagherà le diverse rappresentazioni della montagna nel corso degli anni attraverso l'esplorazione dei suoi stereotipi più classici, nel tentativo di decolonizzare, riscoprire e rileggere l’immaginario montano. Preconcetti non solo paesaggistici dunque, ma anche sociali e culturali, consolidatisi nel tempo grazie all’utilizzo dell’immagine fotografica come strumento di comunicazione sempre più spesso collegata a dinamiche di crescita economica a base turistica e di brand identity. Allo stesso tempo, la mostra sarà una riflessione sullo statuto della fotografia, i suoi usi e significati, dalle prime esplorazioni alpine al giorno d’oggi. In questo senso, tale ricognizione indagherà quali stereotipi sono stati creati, quanti accanto a questi se ne sono aggiunti e quanto essi sono diffusi nella rappresentazione contemporanea.

In virtù di tale riflessione preliminare, si richiede che ogni singola candidatura abbia come pratica o tema di ricerca almeno uno dei seguenti aspetti: l’uso degli archivi e le raccolte fotografiche del Museomontagna; la decolonizzazione dello stereotipo visivo della montagna. Il primo tema potrà essere declinato sia in un uso dell’archivio come fonte di suggestione e ispirazione orientato alla documentazione di aspetti inesplorati, inediti o sconosciuti oppure come materiale in sé per concepire nuove rappresentazioni. Per quanto riguarda la decolonizzazione dell’immaginario, invece, i progetti presentati potranno impattare sulla rilettura iconografica e morfologica della montagna, sui simboli ricorrenti (animali, architetture, vedute), sulle narrazioni e sui protagonisti che abitano i racconti che in tali luoghi vengono collocati.

La mostra sarà realizzata nel maggiore dei due spazi dedicati alle mostre temporanee al Museomontagna di Torino a partire da inizio marzo 2020 e rimarrà allestita sino a ottobre 2020. Per partecipare c’è tempo fino al 25 settembre 2019. Per ulteriori informazioni, scaricare il Pdf allegato all’articolo.

Scopri di più su museomontagna.org >

Documenti