News / Maraman, paesaggio culturale delle Valli Maira e Grana

08 Marzo 2019

Prosegue la terza edizione del ricchissimo programma “Maraman – paesaggio culturale delle valli Maira e Grana – 2018/2019” con il quale musei e punti espositivi delle due valli propongono al pubblico numerosi appuntamenti culturali: gli eventi della seconda metà di marzo sono accumunati dalla location tutta dronerese (foto).

Venerdì 15 marzo alle ore 17.30 il Centro Europeo Giovanni Giolitti per lo Studio dello Stato (via XXV
Aprile 25 a Dronero) propone “L’acqua il bene più prezioso. Il respiro dell’acqua: scienza, letteratura, arte e musica".
Il Centro Giolitti dedica ad Alberto Bersani, suo primo Presidente da poco scomparso, un momento di riflessione e condivisione sul valore che l’acqua ricopre per l’uomo, valore espresso in letteratura, arte, musica e dimostrato dall’attenzione che la scienza le ha sempre rivolto. L’appuntamento vedrà come relatori Teresio Sordo, Stefano Casarino e Remigio Bertolino con letture di Giuditta Aimo. Il prof. Teresio Sordo, del Politecnico di Torino, ha collaborato a lungo con Bersani sui tanti ambiti di attività che ne hanno connotato l’impegno sul territorio cuneese. Il tema “acqua”, infine, l’oro blu cui guardiamo con sempre più preoccupazione a causa della sua progressiva riduzione di disponibilità, richiama l’impegno civile cui tutti dovremmo dedicarci per salvaguardare la nostra terra e il nostro pianeta.

Sabato 16 marzo alle ore 16 il Museo Sòn de Lenga - Espaci Occitan ospita presso la propria sede (via Val Maira 19 a Dronero) “Acciughe, note e capelli, viaggio raccontato ai bambini tra gli antichi mestieri delle valli occitane”.
Il polistrumentista occitano Luca Pellegrino, insieme all'autrice e animatrice di letteratura per l'infanzia Caterina Ramonda accompagneranno i bambini tra i 4 e i 10 anni in un viaggio nel tempo e nello spazio, tra leggende e canzoni in occitano e in italiano, lungo le storie di acciugai, raccoglitori di capelli, musicisti itineranti, ammaestratori di marmotte che partiti dalle valli occitane nei secoli passati percorsero avventurosamente le Alpi, il Nord Italia e la Francia. L'attività è gratuita; il numero massimo di partecipanti è 20; è gradita la prenotazione al numero tel. 0171.904075 o via mail a segreteria@espacioccitan.org, recapiti ai quali sarà possibile ricevere ulteriori informazioni. Dopo l'attività sarà visitabile gratuitamente il museo occitano.

Domenica 31 marzo la Collezione strumenti musicali “G.B. Goletti” presenta nell’Istituto Musicale presso
Palazzo Savio (via XXV Aprile 21 a Dronero) “Strumenti e melodie dal mondo”.
Saranno proposte due visite guidate alla Collezione, la prima alle ore 17 e la seconda alle ore 18, intervallate da momenti musicali con gli allievi del Civico Istituto Musicale.

Il programma proseguirà in aprile con il Punto visita Bottai di Macra. Il calendario continuerà poi fino a giugno con le proposte di tutti gli altri musei della rete Maraman. Il programma completo è visibile sul sito www.espacioccitan.org. La rassegna di eventi, curata dai musei proponenti e coordinata da Espaci Occitan in collaborazione con l’Unione Montana Valle Maira, è realizzata con il contributo della Regione Piemonte. L’iniziativa rappresenta inoltre una delle azioni inserite nell’ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile del Monviso. Per info: Espaci Occitan di Dronero, tel 0171 904075, segreteria@espaci-occitan.org, Fb @museooccitano, Tw @espacioccitan.