News / 82 vette di 4000 metri in 365 giorni: il Club 4000 lancia un ambizioso progetto per i suoi 25 anni!

11 Maggio 2018

Il Club 4000 è stato fondato a Torino nel 1993 e riunisce gli alpinisti che hanno salito almeno 30 vette superiori ai 4000 m...

Quest’anno si festeggia il 25° del Club 4000, gruppo appartenente alla Sezione di Torino del CAI che riunisce gli alpinisti i quali hanno raggiunto almeno 30 vette superiori ai 4000 m sulle 82 dell'elenco ufficiale UIAA (Unione Internazionale delle Associazioni Alpinistiche).

Il Club 4000 è stato fondato a Torino nel 1993 da Luciano Ratto e Franco Bianco e, dopo la presidenza di Daniela Formica (prima donna a fare l'en plein di tutte le vette alpine sopra i 4000 m), è ora guidato dal novarese Luca Calzone.

Il Club 4000, che attualmente conta 464 soci, di cui 378 italiani mentre gli altri provengono da 13 nazioni, intende infatti essere il punto di riferimento e d’incontro per scambi di informazioni, documentazione ed esperienze tra i praticanti l'alpinismo in alta quota.

Inoltre, negli ultimi tre anni il Club si è impegnato nell'intervento di ristrutturazione e restauro della Capanna Quintino Sella ai Rochers del Monte Bianco (3370 m), storica testimonianza dell'epoca eroica dell'alpinismo, costruita nel 1885 lungo la prima via di salita italiana al Monte Bianco.

Per festeggiare la ricorrenza, l'assemblea annuale del sodalizio si terrà il 24 novembre prossimo presso il Palamonti di Bergamo, ospite della locale sezione del CAI, invece che, come tradizionalmente avveniva, presso il Centro Incontri del Museo Nazionale della Montagna.

Nel frattempo, è stato lanciato il progetto “82x4000x365”, con l'obiettivo di salire da parte di almeno un socio del Club nel corso del 2018, ognuna delle 82 vette. In altre parole, tutti i soci costituiranno una sorta di cordata virtuale e, ci si augura, spesso reale, per la concretizzazione del progetto.

«L'idea che è sembrata più consona allo spirito del nostro Club», spiegano gli organizzatori, «è stata quella di lanciare un progetto che coinvolga tutti i soci in un impegno per raggiungere un obiettivo alpinistico comune. Non si tratta dei soliti record o exploit individuali che danno maggiore visibilità per i media, ma qualcosa che rappresenta veramente un traguardo che permetta ancora di più di mettere in pratica quanto riportato nell'articolo 3 del nostro statuto: Il Gruppo "CLUB 4000" si adopera per promuovere ed incentivare l'attività alpinistica in alta montagna, nel rispetto dell'ambiente naturale, stimolando e favorendo la conoscenza reciproca e l'incontro fra i soci al fine dello scambio di informazioni, esperienze e documentazione».

«È un progetto che», continuano i promotori, «partendo dal fatto che il nostro è un club virtuale che si ritrova soprattutto sul Web, stimoli i nostri soci ad incontrarsi non solo virtualmente ma anche nella pratica alpinistica in alta montagna, costruendo una sorta di "cordata virtuale" sul Web e aiutandoli a formare "cordate reali" in montagna. Tutto questo per che cosa? Per fare in modo che i nostri soci, tra cui si annoverano sicuramente ottimi alpinisti ma anche alpinisti medi, possano partecipare attivamente al progetto assemblando, secondo le proprie possibilità e capacità, un piccolo tassello per il completamento del mosaico complessivo che, nella nostra idea, riguarda la salita di tutte le 82 vette».

Il sito del progetto “82x4000x365” è on line, per seguirne l'avanzamento: tutti i soci del Club 4000 potranno inserire le salite e il materiale correlato. In questo modo si potranno vedere anche le statistiche sul numero di salite per ogni vetta, nonché sulle cime che ogni socio ha raggiunto.

 

Scopri di più su 25x82.club4000.it >