img
img

home



cascate ghiaccio gervasutti cai corso scuola torino

Il 20° Corso di Ghiaccio della Scuola Gervasutti: uno spettacolo

di Claudio Battezzati, Scuola Nazionale di Alpinismo G. Gervasutti

Per descrivere questo corso basterebbe una sola parola, ma mi dilungherò qualche riga. Dopo un timido inizio in Val Varaita, il Corso ghiaccio è decollato alla grande nelle valli di Cogne e atterrato in bellezza sulle Alpi francesi. Durante questo pellegrinaggio tra il Rifugio Savigliano, spartano ma location quasi da favola, Albergo Belvedere e  Gîte d'Etape Le Montbrison, dove sembrava di essere a casa di uno zio "un peu fou" che non ti aspettava per cena, allieve e allievi hanno avuto modo di conoscere il magico mondo del ghiaccio verticale.

Pontechianale

Povera di ghiaccio, privata della sua magnifica falesia di Pontechianale, la Valle Varaita quest’anno ci ha accolti in tono minore. Nulla hanno però potuto le avversità della natura contro la capacità di improvvisazione e l’entusiasmo di un manipolo di allieve e allievi fiduciosi e di buona volontà che come yo yo, su e giù per stentate colate, hanno dimostrato una tenacia encomiabile per apprendere i rudimenti della piolet traction.

Cogne

Nei due giorni a Cogne sono state salite le grandi classiche che non si possono non conoscere e alcuni pezzi da 90. Chi è stato con chi e dove non si può dire, certo che chi aveva messo in bella mostra bicipiti e spalle è stato accontentato: Candelone di Patrì III/5, Lau Bij III/5, Monday Money IV/4+. Gli altri, non certo da meno in quanto a tenacia, hanno goduto del magico contesto della cascata di Lillaz II/3, dell’arioso anfiteatro di Patrì Classica III/4, della montana Lillaz Gully III/4. Insomma, piatti per tutti i gusti proposti dall’inossidabile Direttore, cucinati e serviti dagli Istruttori.

Alpi Francesi

Fine settimana pieno quello francese: a Ceillac, a Freissinières, a Les Orres sono i luoghi che hanno visto le nostre salite in accoppiate cui nessun allievo - aih lui – è scampato [li hai voluti picche e ramponi? Adesso scala!]. Chi è stato il primo giorno a Ceillac ha salito la classica Les Formes du Chaos III/4 e la mitica Sombre Heros II/5, il secondo giorno a Freissinieres sulla parete della Tete de Gramusat Ice Pocalypse III/4, Happy Together III/4 e più lontano al settore des Oules Impatience III/5, Les Larmes de Nicodeme III/4. Ai soliti bracciuti è stata servita nella bella località di Les Orres la classica e difficile Dancing Fall II/5+, e viceversa. Al termine di queste giornate corre voce di allieve e allievi, che da appena comprato le picche per fare il corso, hanno salito da primi tiri attrezzati o da attrezzare. Comunque sia, tutte e tutti bravi: a loro i nostri auguri di buone salite a noi il loro entusiasmo per continuare ad insegnare.

PS la parola era: Spettacolo!!!

Alla prossima!
Alè Gerva!

Claudio Battezzati

Scopri i corsi in partenza delle Scuole del CAI Torino >

Potrebbe interessarti anche:

Sogno Canadese in Val Travenanzes

Valentina Saggese e Giampiero Bertotti

Montagna scuola di vita

Carlo Crovella

Hidden Ice, una nuova cascata di ghiaccio in Valnontey

Mirko Vigorita & Fabio Ventre