img

home



sea vie arrampicata

Sea vive!

di Luca e Matteo Enrico, Gruppo Rocciatori Val di Sea

Arrivare al bivio della stradina che sale su in Sea in Val Grande di Lanzo e trovarvi diverse auto posteggiate è già cosa inusuale; affacciarsi all’imbocco del Vallone e vedere colorati climber che risalgono le pietraie o sono già attaccati in parete è poi cosa veramente straordinaria.

Abituati alla solitudine quasi totale sentire echeggiare i comandi di cordata fa quasi stupire così come fa stupire vedere puntini, sempre più grandi e definiti, guadare, laggiù in basso, il torrente e poi salire destreggiandosi tra pietroni e rododendri. Ma chi l’avrebbe detto che a Sea qualcuno sarebbe tornato a ripercorrere questi itinerari tanto belli quanto poco considerati?

Le richiodature molto fanno, certo, ma è soprattutto il potere dell’informazione e in particolare di quell’informazione, a volte magari un po’ spiccia e impersonale, divulgata su internet.

La serata del 25 maggio al Monte dei Cappuccini ha superato le più rosee aspettative, è stato il modo migliore per illustrare i progetti di rilancio non solo di Sea ma della Val Grande tutta, il modo migliore per dimostrare ai detrattori che il CAI si interessa ancora dell’alpinismo praticato, vera anima del sodalizio.

Ma è poi sicuramente il tam tam sui vari siti internet e sui social ad aver fatto prima incuriosire e poi arrivare molta gente, disposta magari anche a sobbarcarsi ore di auto pur di vedere un posto “nuovo”.

E il difficile non sarà tanto continuare a chiodare e richiodare ma sarà proprio riuscire a tener vivo l’interesse e la curiosità intorno a questo luogo. Vincere la scommessa di rendere costante l’afflusso dopo lo straordinario volano rappresentato dalla serata dei Cappuccini.

Chi è salito quassù in Sea ne è rimasto affascinato, i commenti sono tutti positivi. Ma come potrebbe d’altra parte essere diversamente? La roccia è bella, i lavori di ripristino permettono di scalare su fessure libere dai ciuffi erbosi e le nuove calate in doppie evitano penose discese tra impenetrabili ontani.

Il raduno del 9 e 10 settembre dovrà essere un punto di partenza e non un punto d’arrivo.


Scopri le Vie nuove e le richiodature a cura del Gruppo Rocciatori Val di Seaclicca sulla mappa >


di Luca e Matteo Enrico, Gruppo Rocciatori Val di Sea

Vuoi raccontarci la tua storia? Manda il tuo pezzo a info@caitorino.it, gli articoli migliori verranno pubblicati sul portale del CAI Torino!

Potrebbe interessarti anche:

In Valle Maira la grande festa del Turismo dolce sulle Alpi

Chiara Mazzucchi

Ancora sul Vallone di Sea

Mauro Marucco

Un punto di vista su Sea