Bivacco Giraudo inagibile

Tipologia: bivacco

Categoria: D

Altitudine: 2630 m

Posti letto: 6

Aperture:

Contatti:

Lago Piatta del Roc, Noasca, Valle dell'Orco

Informazioni

Il bivacco è inagibile causa emergenza Covid-19. L'accesso equivale all'assunzione per l'utente del rischio di contagio da Covid-19.
Utilizza il bivacco solo in caso di emergenza.
Leggi il Comunicato Stampa >

Il bivacco Giraudo si trova in Valle dell'Orco, in località Lago Piatta del Roc, a 2630 m di altitudine

La struttura sempre aperta dispone di 6 posti letto

E' raggiungibile a piedi in circa 3 h

Difficoltà: E

Storia

Il bivacco Ettore e Margherita Giraudo sorge a quota 2630 m.s.l.m., nell’alto Vallone del Roc, in prossimità del Lago della Piatta e non lontano dall’Alpe del Broglio.

La struttura, dono dei coniugi Rosa ed Ettore Giraudo per ricordare la figlia Margherita, fu inauguarata il 15 ottobre del 1951. Nell’estate del 1958 il bivacco venne spostato nella sua attuale posizione, ma la nuova inaugurazione ebbe luogo soltanto il 21 giugno 1959. In quella occasione il bivacco venne dedicato anche ad Ettore, il donatore ormai defunto e padre di Margherita. (Ettore Giraudo collaborò alla prima edizione della guida grigia del Gran Paradiso e compì con G. Gervasutti la prima ascensione della Cresta Est della Cima di Courmaon).

Il bivacco è una costruzione di tipo “Apollonio”, in legno all’interno e in lamiera all’esterno. Il bivacco non è visibile dal basso, ma lo si può localizzare grazie ad un grosso ometto costruito sul ciglio della bastionata a circa 10 metri dalla struttura.

Il bivacco è proprietà della Sezione di Torino del C.A.I., ma è stato dato in affidamento alla Sezione di Rivarolo nel 1996.